Il nuovo accordo sullo Smart-Remote Working nel Gruppo HERA PDF Stampa
Nella giornata di giovedì 4 Giugno è stato sottoscritto, tra le OO.SS. Nazionali e la Direzione aziendale del Gruppo Hera, un nuovo verbale di accordo sullo Smart-Remote Working.
Vi alleghiamo il volantino sindacale, il testo dell'ultimo accordo e le normative stipulate precedentemente sulla materia per i lavoratori del Gruppo HERA.

L'accordo prevede, a partire dal 15 Giugno c.a., l'inclusione (su base volontaria) nel progetto "Smart-Remote Working" di tutti/e i lavoratori e le lavoratrici delle Aziende e delle Direzioni del Gruppo HERA, che nel periodo dell'emergenza Covid-19 sono state interessate dalla modalità cosiddetta "Lavoro da Remoto/VPN" e l'estensione a due giorni a settimana della Modalità SW, rispetto al solo giorno a settimana previsto, invece, negli accordi precedenti all'insorgere dell'emergenza sanitaria.

Si è confermato, viceversa, quanto concordato nei due precedenti accordi sul tema, in particolare il diritto alla disconnessione e sull'osservanza del normale orario di lavoro ordinario, prevedendo inoltre una verifica nel caso di specifiche determinazioni del Legislatore sul tema (ad es. integrazioni a titolo di risarcimento) e comunque al fine di valutare l'impatto del nuovo sistema a due giornate e la sua corretta applicazione.

L’estensione dello Smart-Remote Working è il risultato di un accordo sindacale, in continuità con il lavoro svolto dalle OO.SS. regionali e dalle Rsu a partire dall’emergenza Covid  e grazie all’impegno e la responsabilità profusi e dimostrati dai lavoratori coinvolti.

Valutiamo positivamente l’accordo che, insieme ai due precedenti in materia, coniuga innovazione, diritti e fiducia come chiave di volta per proiettare il lavoro in Hera in una dimensione futura.

FILCTEM CGIL BOLOGNA HERA

 
Design by Next Level Design / Script by Joomla!